Reinildo Mandava, occasione Napoli: può prenderlo con… una pec!

Quando riaprirà il mercato, e non bisognerà aspettare poi tanto, sarà (quasi) tutto come prima: a meno che, sorprendendo persino se stesso, Faouzi Ghoulam non si sarà lasciato alle spalle quattro interventi chirurgici e altrettante stagioni vuote, afferrando il sogno di volare meravigliosamente su quella fascia ch’è stata sua. Quando arriverà gennaio, e si ricomincerà a giocherellare nella fiera dei sogni, l’Olympiacos potrebbe sfiorare ancora e di nuovo la pazza idea di regalarsi Kostas Manolas, a volte certe tentazioni tornano, e però, attraverso il riassunto delle puntate precedenti, i conti diventeranno centrali e pregiudizievoli, e semmai le lezioni di greco saranno riprese, perché Spalletti aspetta che il suo centrale riemerga dalla panchina e KM non chiede altro che dimostrare quanta personalità alloggi in lui.

Reinildo Mandava, occasione per il Napoli

Quando il gioco si farà terribilmente duro, al mercato si entrerà in quel vortice che ha inghiottito anche le più nobili intenzioni, nell’estate scorsa, e dunque si procederà dando un’occhiata ai parametri zero: Reinildo Mandava, 28 anni a gennaio, da Capodanno potrà essere trattato avvisando il Lille con una pec – la stessa operazione di chi volesse avvicinare Insigne – e ciò che nei mesi scorsi si sono detti l’esterno sinistro del Mozambico e il Napoli, resterà secretato almeno sino a futura memoria. Perché se per aggirare questa crisi che è di chiunque, nessuno escluso, andrà fatto un ennesimo sacrificio, il Napoli finirà per concentrarsi principalmente su quella corsia dove sono attese le prime risposte da Ghoulam: l’operazione al crociato del ginocchio sinistro è dimenticato, la gamba va, l’ottimismo lo circonda ma il resto deve suggerirlo il campo.

Il Napoli in attesa di Ghoulam

Ghoulam ha un contratto che ultimerà i suoi giri nella prossima estate, è stato vittima del destino che dal primo novembre del 2017 non gli ha negato nulla, ed è consapevole che il Napoli ha bisogno di energia fresca e alternativa: se le incoraggianti indicazioni di Castel Volturno riceveranno conferme, Spalletti sarà lieto di rilanciarne un altro ancora, altrimenti le riflessioni saranno inevitabili e Mandava, che ha manager non casualmente arrivati in giugno sino al Napoli Konami Training Center, potrà procedere con il cambio di direzione. I rapporti tra i club sono ottimi, De Laurentiis non farebbe mai uno sgarbo ad una società con la quale appena nell’estate del 2020 ha impiantato la mega-operazione Osimhen, e su un giocatore che a giugno si libererà a costo zero si può trovare un’intesa.

Tutti gli approfondimenti sull’edizione del Corriere dello Sport-Stadio

CorrieredelloSport.fun, gioca gratis, fai il tuo pronostico e vinci!